Le zucchine biologiche, caratteristiche e come si coltiva questa verdura

Una delle verdure di stagione più caratteristiche, le zucchine sono un emblema di bontà, scopriamo insieme la loro storia, alcune tecniche per la loro coltivazione seguendo la filosofia dell’agricoltura biologica e alcune delle sue principali varietà

 

La zucchina (Cucurbita pepo L) è una pianta annuale che fa parte della famiglia delle cucurbitacee di cui vengono consumati i frutti immaturi e i fiori.Questa verdura si è evoluta originariamente in America ed è stata importata in Europa verso la fine della prima metà del 1500, e si è poi trovata bene in Italia perché ha trovato nel clima mediterraneo le condizioni di crescita ideali, dato che la pianta per crescere bene ha bisogno di tanto sole in una posizione con un buon circolo d’aria.

Il frutto della zucchina viene in genere raccolto prima della maturazione quando i semi non sono ancora così grossi e la polpa è ancora dolce, di questa pianta si possono mangiare pure i fiori che sono ottimi fritti o ripieni.

Come coltiviamo le zucchine in modo biologico

Le zucchine biologiche sono disponibili da maggio ad ottobre circa e nei periodi più freddi vengono coltivate in parte in serra tunnel (ad esempio quando vengono piantate a marzo/aprile) e poi spostate in campo quando il clima si fa più mite o la pianta è ormai cresciuta ed è più resistente; per coltivarla si seguono tutte le regole per l’agricoltura biologica, il trapianto in campo viene effettuato nel periodo di minor presenza di parassiti e malattie della zucchina al fine di azzerare completamente l’uso di pesticidi chimici, e i fertilizzanti sono tutti di origine naturale come il letame pellettato che viene dato in produzione e accostato ad un abbondante uso di acqua visto che la pianta ne ha molto bisogno.

Vengono applicate tecniche di lavorazione e culturali naturali e meno invasive possibile per permettere alla pianta una crescita sana e naturale.Ad esempio viene applicata una pacciamatura, ovvero la copertura del terreno con prodotti naturali come foglie o trinciati vegetali o con film plastici biodegradabili al fine di proteggere il colletto delle piante e le radici in caso di crolli di temperatura e diminuire la crescita di piante infestanti senza l’uso di diserbanti

Noi in Cooperativa Aretè coltiviamo la zucchina sia nei campi che in serre ben areate e sono disponibili in negozio per la maggior parte della primavera e estate fino a inizio ottobre circa, dipende sempre da quando si piantano e se vengono almeno in parte coltivate in serra.

Scopri le varietà di zucchine che coltiviamo: verdi, tonde, gialle, trombetta, romanesche e bianche

Sei varietà di zucchine coltivate con agricoltura biologica:

Zucchine verdi

Le zucchine verdi sono le più classiche di tutte, dalla forma allungata tipica e fiori giallo arancioni, sono l’emblema di questa verdura e le più diffuse su scala nazionale e non solo, grazie alla loro versatilità e gusto peculiare, si adattano a molteplici usi in cucina e sono apprezzate ovunque

Zucchine tonde

Le zucchine tonde sono una cultivar dal peculiare frutto sferico, verde chiaro con striature più scure, ottime da fare ripiene al forno per via della loro forma piena e consistenza soda, hanno un sacco di sostanze nutritive ma con un basso contenuto calorico e ricche di acqua e fibre, sono ideali per diete ipocaloriche.

Zucchine gialle o Zucchine Patisson

Le zucchine gialle, conosciute anche come patisson hanno una maggiore digeribilità rispetto alle cugine verdi, dovuta alla minor quantità di fibre e un sapore più dolce, simile quasi a quello di una zucca, culinariamente utilizzabili negli stessi campi delle zucchine classiche, ad esempio cotte in padella o trasformate in vellutata, sono ottime per coloro che vogliono variare un po’ la loro dieta aggiungendo una verdura dal colore insolito in tavola

Zucchine trombetta

La zucchina trombetta è una varietà di zucca il cui frutto viene raccolto immaturo, quando è più tenero per il consumo ha un colore verde chiaro e una classica forma curva e ritorta, la polpa ha un sapore dolce ma delicato che ne permette il possibile consumo da cruda, è ottima anche cotta, abbinata ad altri ingredienti o alla griglia

Zucchine romanesche o Zucchine striate

La zucchina romanesca o zucchina striata è una varietà di zucchina (Cucurbita pepo) caratterizzata dalla tipica colorazione verde chiaro con strisce scure, dalle dimensioni relativamente contenute e dal fatto che spesso sono vendute con l’infiorescenza ancora attaccata, dato che a differenza di altre varietà il fiore rimane più a lungo sul frutto. Il sapore è dolciastro, simile alle altre zucchine ed è consumata in molteplici modi, da fritta a ripiena al forno il limite di preparazione sta nella fantasia del cuoco.

Zucchine bianche

La zucchina bianca è una varietà di zucchina caratterizzata dalla tipica colorazione verde pallido quasi bianco, che può raggiungere dimensioni ragguardevoli (fino a 35 cm) e rimanere comunque buona e non diventare amara come le zucchine classiche. Possiede una buccia poco coriacea e fine, che gli da un ottima caratteristica di digeribilità. Ha un ottimo contenuto di vitamine del gruppo C ed E, potassio e acqua, cucinabile al forno, in padella alla griglia e tanti altri modi.

 

Come molta altra verdura anche le zucchine si possono trovare di importazione da stati esteri, praticamente tutto l’anno. Noi di Aretè da sempre e per tanti motivi consigliamo la filiera corta così da sostenere le attività locali; comprare frutta e verdura di stagione a km0 è una semplice azione che con una rinuncia minimale ti permetterà di cambiare il mondo attorno a te!